Millefoglie di piadina, zucchine, grana padano e mortadella di Bologna Igp

1

millefoglie mortadella e zucchine (3)

Grana Padano Dop, Piadina Romagnola Igp, Mortadella di Bologna Igp e Aceto Balsamico di Modena Dop.

Voi sapete cos’hanno in comune queste quattro eccellenze del Made in Italy? Sono tutte delle DopIgp. Spesso si fa molta confusione sulle due denominazioni, quindi è bene ripeterlo per fare chiarezza.

Le Dop sono le Denominazioni di Origine Protetta, ovvero:
“il nome di una regione, di un luogo determinato o, in casi eccezionali, di un paese che serve a designare un prodotto agricolo o alimentare originario in tale regione, di tale luogo determinato o di tale paese; le cui qualità o le cui caratteristiche siano dovute essenzialmente o esclusivamente ad un particolare ambiente geografico, inclusi i fattori naturali e umani, e la cui produzione, trasformazione ed elaborazione avvengano nella zona geografica delimitata”

Le Igp, sono le  Indicazione Geografica Protetta, ovvero:
‘il nome di una regione, di un luogo determinato o, in casi eccezionali, di un paese che serve a designare un prodotto agricolo o alimentare come originario di tale regione, di tale luogo determinato o di tale paese e del quale una determinata qualità, la reputazione o altre caratteristiche possono essere attribuite a tale origine geografica e la cui produzione e/o trasformazione e/o elaborazione avvengano nell’area geografica determinata’.

Anche quest’anno ho avuto il piacere di partecipare all’evento organizzato dall’ AICIG (Associazione Italiana Consorzi Indicazione Geografica) durante il Cibus-Salone Internzionale dell’Alimentzione  , per parlare appunto di queste eccellenze italiane e dell’importanza di far conoscere le nostre Dop e Igp per valorizzarle, ma sopratutto tutelarle….ed ho imparato davvero tantissime cose!
Voi lo sapete che il grado di stagionatura non è l’unico parametro da conoscere ne l’unico aspetto che rende diverso il Grana Padano DOP?
La zona di produzione è infatti un ulteriore fattore per differenziare questo formaggio. Nonostante i processi di lavorazione e le attrezzature impiegate presso le stalle e i caseifici siano identiche e tutti i produttori debbano rispondere ad un unico e rigido disciplinare, con un territorio che comprende 13 province, dislocate in cinque differenti regioni, (Cuneo in Piemonte, Piacenza in Emilia Romagna e Trento in Trentino Alto Adige, rappresentano le sole province produttrici di queste 3 regioni, mentre la Lombardia e il Veneto vantano rispettivamente 6 e 4 province con caseifici in attività), le caratteristiche del Grana Padano Dop variano in base alle caratteristiche delle differenti province. Proprio per questo, formaggi con lo stesso grado di stagionatura avranno sapori e caratteristiche organolettiche molto diverse (se vi capiterà di fare una degustazione orizzontale ve ne accorgerete!).

E cosa mi dite delle piadine?
Per chi non lo sapesse, la Piadina Romagnola Igp (riconoscimento ottenuto nel 2014), si distingue in Piadina Riminese Igp, quella larga e sottile solitamente condita con il pesce dell’Adriatico e formaggi freschi, e in Piadina di Cesena Igp, più piccola e leggermente più spessa, solitamente condita con salumi e formaggi. Ah, per curiosità, ogni anno si producono 10 tonnellate di piadina romagnola!

….vabbè, sulla Mortadella di Bologna Igp non c’è nulla da aggiungere, al solo pronunciarla si dice tutto, vi lascio solo pensare ad una rosetta con la mortadella…
Ah, una sola cosa vorrei aggiungere, per riconoscere la vera Mortadella di Bologna Igp, assicuratevi che sulla confezione ci sia il bollino blu!

E adesso ‘bando alle ciance’, ecco un antipastino che ho ideato unendo questi tre super prodotti: millefoglie di piadina, zucchine, grana padano e mortadella di Bologna Igp

tempo di preparazione: 15 minuti
tempo di cottura: 10 minuti
occorrente: una piastra, un tagliere
difficoltà: facile
stagione: estate
tipologia: antipasto

INGREDIENTI X 2 PERSONE:

  • 2 piadine riminesi Igp
  • 2 zucchine
  • 2 fette di mortadella di Bologna Igp tagliate leggermente spesse (3 mm.circa)
  • Aceto balsamico di Modena Dop
  • 3 foglie di basilico
  • Grana Padano Dop
  • sale
  • pepe nero
  • olio extra vergine d’oliva

millefoglie mortadella e zucchine (10)

millefoglie mortadella e zucchine (8)

PREPARAZIONE:

  • Lavare le zucchine e tagliarle a piccoli cubetti (5 mm. circa), poi conditele con olio extra vergine d’oliva, sale, pepe nero e basilico spezzettato.
  • Tagliate le piadine in quadrati ci circa 10 x 10 cm e fateli tostare leggermente su una bistecchiera calda. tagliate della stessa grandezza la mortadella e piastrate anche questa.
  • Tagliate delle piccole scagliette di Grana Padano.
  • Componete i millefoglie mettendo prima un pezzo di piadina, poi la mortadella, le zucchine e le scagliette di Grana. Componete i millefoglie formando due strati e servite con un filo di aceto balsamico di Modena Igp.

millefoglie mortadella e zucchine (11)

millefoglie mortadella e zucchine (1)

BUON APPETITO!

La ricetta è stata ideata, realizzata, descritta e fotografata da me!!! :-)

ps: se provate una mia ricetta, ricordatevi (se ne avete voglia) di condividere la foto su instagram, facebook o twitter, taggandomi o usando gli hashtag #robysushi e #lericettedirobysushi.

firma

Commenti

  1. Delizioso! Ieri ho mangiato una cosa simile, ma mancavano le zucchine 😀

    1. Grazie!!!
      Io le ho messe per dare un po di freschezza e leggerezza, secondo me ci stanno benissimo!

      1. Anche secondo me 😀 ottima idea, infatti!

    1. Grazieee!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Like
Close
RobySushi © Copyright 2023.
Tutti i diritti sono riservati.
Close