Kanpai, un angolo di Giappone nel cuore di Milano

1

Kanpai, un angolo di Giappone nel cuore di Milano

Kanpai
foto credit sito web Kanpai

Lo ammetto, con il lavoro che faccio, sempre circondata da cibo, in cucina, o seduta al tavolo di qualche ristorante, mi capita sempre più spesso di non rimanere molto sorpresa da molti dei locali che provao, né dalle loro proposte. Quando però capita il contrario, e un posto riesce a stupirmi, lo fa in grande stile, proprio come è successo con Kanpai a Milano.

Kanpai a Milano, è un vero e proprio angolo di Giappone nel cuore di Milano, nel quartiere di Porta Venezia dove bere
cocktail d’ispirazione orientale e sakè, accompagnati da piatti tradizionali presentati in chiave leggermente rivisitata.
Entrando da Kanpai, si percepisce la tipica atmosfera degli Izakaya giapponesi (il tipico locale nipponico dove bere sakè accompagnato da piatti tradizionali), definita da quel piacevole riserbo che caratterizza la loro cultura. A tavola si assapora la tipicità gastronomica che li contraddistingue.
Ma andiamo per gradi per voglio spiegarvi tutto in dettaglio, di quello che è entrato di diritto nella ristretta cerchia dei miei locali preferiti di Milano.

Kanpai, curato in ogni minimo dettaglio, si compone principalmente di due spazi, quello del cocktail bar, proprio all’ingresso del locale, e poi di due sale più piccole dove sono distribuiti i tavoli (opportunamente distanziati. Faccio questa specificazione, perchè sempre più spesso mi capita di mangiare in locali dove i tavoli sono praticamente sovrapposti e ti senti quasi in dovere di dover dare il tuo parere circa l’argomento di conversazione dei tuoi vicini di tavolo, tanto si è talmente vicini che si parla tutti insieme appassionatamente!)

La cucina di Kanpai è il regno di chef Jun e la sua delicatezza si ritrova in ogni portata del menu composto da proposte tipicamente giapponesi, dove ricerca, tecnica e armonia si combinano alla perfezione per creare piatti indimenticabili. Indimenticabili come il Kaarage, il pollo fritto marinato in salsa di soia e zenzero, poi infarinato e fritto creando una saporitissima combinazione di morbido croccante che rimarrà impressa nelle vostre papille gustative. O come lo Yakimochi (che devo ammettere di non aver mai assaggiato durante il mio viaggio in Giappone), un mochi salato fritto servito su alga Kombu (Per scoprire cos’è il mochi cliccate qui). O ancora l’Okonomyaki o il Nasunagi. Vi assicuro che ogni portata è stata una vera scoperta, un viaggio tra sapori sorprendenti e ammalianti. Non mancano tra le proposte il pesce crudo, e ogni giorno c’è una proposta di sashimi diversa. Io ho assaggiato un sashimi di orata con pera che era la fine del mondo.

Kanpai

A rendere il pasto un’esperienza a tutto tondo ci sono i cocktail da bere insieme alle diverse portate, o a scelta anche al bancone, dall’ ore dell’ aperitivo fino al dopo cena. A crearli c’è Samuele Lissoni, che miscela i grandi classici, regalandogli un tocco orientale davvero speciale. Se siete indecisi nella scelta, il personale di sala, sempre garbato, disponibile e sopratutto preparato saprà indirizzarvi al meglio. Con la sottoscritta non ha sbagliato un colpo.
Per gli appassionati del sakè, c’è da divertirsi.

Io sono rimasta davvero affascinata da Kanpai, quindi se vivete a Milano, o se venite da queste parti, vi consiglio assolutamente di andarci, perchè secondo me, può essere definito di diritto uno dei migliori ristoranti giapponesi di Milano.

Kanpai è aperto solo la sera.
Dal lunedi al giovedi 19:00/01:00
venerdi e sabato 19:00/02:00
domenica chiuso
Via Melzo, 12
20129 Milano MI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Like
Close
RobySushi © Copyright 2023.
Tutti i diritti sono riservati.
Close